Vanessa Incontrada disgustata dal discorso della Meloni sulla lobby LGBT: “Orrore”

18 Giu 2022 Fabiano Minacci • Tempo di lettura: 2 minuti

Vanessa Incontrada ha paura per il discorso di Giorgia

Non solo Kasia Smutniak, anche Vanessa Incontrada (come altri milioni di persone) è rimasta inorridita davanti al discorso di Giorgia Meloni al raduno del partito spagnolo di ESTREMA DESTRA Vox.  La popolare conduttrice ha pubblicato la parte di video in cui la leader di Fratelli d’Italia se la prende con la ‘lobby LGBT e l’ideologia gender’ ed ha scritto: “Che paura. Ancora più paura questa parte. L’orrore di queste parole“.

E paura è la parola adatta. Anche io ho provato paura quando ho ascoltato Giorgia mentre gridava da quel palco. Paura perché questa signora sarà – quasi sicuramente – la prossima Presidente del Consiglio del nostro paese. Paura non soltanto per il contenuto orrendo del suo discorso, ma per i modi, le urla, l’espressione del volto, l’enfasi che ha usato nel gridare ‘no alla lobby LGBT’. Giorgia non è Matteo, lei crede davvero in quello che dice e per questo io ho paura.

Vanessa Incontrada e il monologo sui giudizi e la perfezione.

“La Perfezione non esiste e so che non è una novità. Però io lo voglio gridare lo stesso. Magari l’avessero detto anche a me anni fa. Dovremmo insegnarlo ai bambini fin da subito. Io pensavo di dover essere perfetta anche per piacere ad un uomo e innamorarmi. Alla fine ho trovato un uomo speciale che mi ha detto che devo sorridere per i miei difetti. Lui mi ha preso a pacchetto intero e lo stesso ho fatto io con lui. Ho perso tempo a cercare di essere giusta dimenticandomi di essere felice.

Quando vedo abbassare lo sguardo di una donna perché viene criticata per come si veste, per come si trucca, se è magra, se è grassa, quanto profumo si mette, come guida, quanto parla, quante persone frequenta. Se vuole un figlio, se non lo vuole, se è troppo dolce, se è troppo severa, se è troppo maschile, se è troppo femminile, se è troppo libertina è una poco di buono, se non lo è, è troppo rigida.

Ogni volta mi ricordo di quante volte io ho abbassato lo sguardo per quello che mi son sentita dire, finché ho capito che nessuno mi può giudicare, perché ho capito che nessuno ti può giudicare”.

Share this article

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e

Twitter!