Denise Pipitone, nuovo sfogo di Piera Maggio: “Basta fare le pedine”

La mamma di Denise torna a parlare.

20 Giu 2021 Fabiano Minacci • Tempo di lettura: 2 minuti

Denise Pipitone parla ancora la Maggio

Dopo le dichiarazioni di Olesya Rostova in una trasmissione tv russa si sono riaccesi i riflettori sul caso di Denise Pipitone. Da quel momento decine di programmi sono tornati ad occuparsi della scomparsa della piccola. Giornalisti, comuni cittadini e anche un magistrato hanno fatto delle “indagini” e tante segnalazioni in merito al rapimento della figlia di Piera Maggio. La pm Maria Angioni è addirittura arrivata a dire di avere la personale certezza di aver individuato la ragazza ormai 20enne. La pista della Angioni però pare si sia rivelata un vicolo cieco.

Ieri Piera Maggio su Twitter ha chiesto a tutti di non fare i detective e di lasciar lavorare le forze dell’ordine: “Bisogna NON fare gli auto-detective, e far lavorare in pace le persone preposte in questo momento senza creare ulteriore confusione. Questo non è un gioco! L’aiuto al caso si può fornire in diverso modo senza esagerare. Non siate pedine del fallimento di altri“.

Capisco il discorso di Piera, però va detto che dopo le dichiarazioni di un magistrato tutti avevamo sperato che la verità fosse vicina.

Denise Pipitone, il nuovo sfogo fi Piera contro Carmelo Abbate.

Dopo la messa in onda di Quarto Grado la Maggio si è scagliata contro Carmelo Abbate. La donna ieri è tornata a parlare dell’opinionista della nota trasmissione di Rete 4.

“La libertà di parola deve essere accostata al contegno e al rispetto delle situazioni e persone, specialmente se si sta parlando di vittime. Questa è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Vergogna assoluta Abbate e company. Questo non è giornalismo. Invito TUTTI I VERI GIORNALISTI SERI AD INDIGNARSI. Grazie. Adesso basta, vergogna Carmelo Abbate”.

Share this article

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e

Twitter!