Akash Kumar: “Questo bambino sono io”, ma la foto si trova anche su Google

26 Mar 2021 Fabiano Minacci • Tempo di lettura: 2 minuti

Akash Kumar poche ore fa ha pubblicato su Instagram una foto di un bambino indiano con gli occhi azzurri con scritto come didascalia “Prima di giudicare informatevi, invidia“.

Al mondo del web però non sfugge niente ed è stato scoperto che quella foto è presente da anni nel portfolio di Pinterest ed esce anche su Google Immagini se ricerchiamo nel motore di ricerca ‘indian kid with blue eyes‘.

Per questo motivo in molti lo hanno attaccato ed Akash ha disattivato i commenti al post di Instagram. Poco dopo, in diretta, ha sbottato ribandendo di essere lui quel bambino:

“In quella foto si vedono bene i miei occhi azzurri adesso state zitti. Si trova su Pinterest la fotografia? Certo perché io ero famosissimo già da piccolo. Forse voi non sapete che ero uno dei bambini più rari al mondo, siamo in 7 così e c’è anche Jeremy. Non parlare se non sapete le cose. Sono un top io e già da bambino mi conoscevano per questo quell’immagine è ovunque”.

Akash Kumar, le sue vecchie dichiarazioni in merito al nome ed agli occhi

In merito ai nomi:

“Il mio vero nome è Akash Kumar. Pablo Andreis Romeo è il nome d’arte che un agente mi ha affibbiato qualche anno fa e che neppure mi piaceva tanto. Ma dovevo lavorare – ho dovuto aiutare mia madre a sconfiggere due tumori – e quindi andava bene tutto. Poi ho deciso di usare il mio nome di battesimo e devo dire che da allora la mia carriera nel mondo della moda è decollata”.

E sugli occhi:

“Non so perché la gente sostenga questo, non ho fatto alcun tipo di intervento. Questi sono i miei veri occhi, non porto neppure le lenti a contatto. Forse dobbiamo chiamare un chirurgo in studio per mettere a tacere tutti… mia madre ha addirittura postato sui social delle foto di me da bambino. Il colore dei miei occhi è naturale. Chi pensa il contrario si fa ingannare dal contrasto che c’è tra la mia pelle molto scura e gli occhi, che così risaltano di più. Ma sono i miei, identici a a quella di mia madre Tania”.

Share this article

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e

Twitter!