Nikkie de Jager, la conduttrice di Eurovision 2021 critica l’edizione italiana: “Imbarazzante”

20 Mag 2022 Fabiano Minacci • Tempo di lettura: 2 minuti

Nikkie de Jager sull'Eurovision Song Contest italiano

L’Eurovision Song Contest 2022 è finito da quasi una settimana, ma continuano le polemiche, quella di Malgioglio e Chanel su tutte. Adesso è scoppiato un altro caso, questa volta per le parole di due conduttrici dell’anno scorso, quando lo show era a Rotterdam. Chantal Janzen e Nikkie de Jager sembra non abbiano gradito troppo l’edizione italiana dell’Eurovision.

Nikkie de Jager c’è andata giù pesante e in un’intervista ha rivelato di non avere nulla di carino da dire sull’ultimo Eurovision: “Em… mia mamma mi ha insegnato una cosa importante. Quando non hai proprio nulla di carino da dire, allora è meglio stare zitta. Ok, l’ho trovato un po’ imbarazzante. Però mi ha fatto apprezzare di più tutto quello che abbiamo fatto noi l’anno scorso e come tutto sia andato bene. Anche la chimica tra noi conduttori era più forte. Mi spiace adesso sembrerò davvero una str***a. Ma non penso che sia stato tutto così bello“.

Anche l’altra conduttrice dell’anno scorso, Chantal Janzen, ha lanciato una frecciatina: “Grazie ai nostri autori per non aver scritto battute nei nostri testi l’anno scorso“.

Adesso pretendo Nikkie e Chantal in collegamento a Pomeriggio 5 che chiedono scusa a Cristiano Malgioglio (nelle vesti di rappresentate dell’Eurovision 2022) e gli inviano un bel mazzo di fiori.

Nikkie de Jager: le parole sull’Eurovision Song Contest 2022.

Nikkie de Jagger ha parlato dell’ultimo Eurovision Song Contest anche in tv. La youtuber e make-up artist olandese ha spiegato qual è – secondo lei – la differenza tra lo spettacolo del 2021 a Rotterdam e quello di Torino.

“Riguardando l’Eurovision posso dire, che lavoro fantastico abbiamo fatto l’anno scorso. L’avevamo provato così bene. E ci siamo divertiti così tanto noi quattro.

La finale italiana? Diciamo che ogni paese organizza l’evento a modo suo. I Paesi Bassi amano i grandi spettacoli, quindi questo è stato il nostro approccio l’anno scorso. In Italia piuttosto direi che hanno puntato sul loro fascino.

Vi racconto un curioso aneddoto. Sabato è stato molto divertente perché Jan era a Torino per commentare. Quindi abbiamo saputo subito tutto in anteprima. Ad esempio, sapevamo con un’ora di anticipo che Laura Pausini era scomparsa”.

La differenza maggiore è che nel 2022 ci sono stati conduttori professionali e rispettosi dei colleghi, nel 2021…

Share this article

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e

Twitter!