Legge contro omofobia: la Camera vota a favore, ora manca solo il voto del Senato

La Camera ha votato a favore del DDL Zan, ora manca solo il voto del Senato

04 Nov 2020 Fabiano Minacci • Tempo di lettura: 2 minuti

Il partito di Giorgia Meloni ha provato a tutti i costi a fare ostruzionismo bloccando questa legge (appellandosi al sacrosanto diritto di discriminare una persona omosessuale), ma alla fine il loro circo con tanto di bavagli in aula è stato sconfitto: il DDL Zan, ovvero la legge contro omofobia, bifobia, transfobia, misoginia e abilismo è stata approvata alla Camera.

A festeggiare sui social Alessandro Zan del Partito Democratico, autore di questa proposta di legge.

“La Camera ha approvato la legge contro l’omotransfobia, la misoginia e l’abilismo. Un grande passo avanti contro discriminazioni, odio e violenze. Con lo stesso impegno e la stessa tenacia inizieremo il percorso al Senato. L’Italia raggiungerà questo traguardo di civiltà✌🏻”

Purtroppo (o per fortuna, a seconda dei casi) l’iter legislativo del nostro paese è estremamente lento ed il DDL Zan arriverà al Senato solo a gennaio, dove i senatori saranno chiamati a votare questa proposta di legge che nel 2021 sembra quasi anacronistica, dato che in molti paesi d’Europa c’è da vent’anni.
Dopo le Unioni Civili, un altro piccolo passo verso l’uguaglianza.

 

Share this article

Non vuoi perderti le ultime news?

Seguici anche su Facebook, Instagram e

Twitter!